In Spagna, istituzioni e bloggers collaborano per rinnovare il sistema sanitario nazionale

Il Ministero della Scienza e dell’ Innovazione riconosce il valore dei blog quali strumenti per condividere e accelerare informazione e consapevolezza: elementi essenziali in generale ed in particolare ad un moderno sistema sanitario.

Accade in Spagna, a Madrid, quando il 14 Giugno prossimo in occasione del primo “Congreso de la blogosfera sanitaria”, verrà ufficializzata l’ importanza dei blog nella comunicazione della salute e avviata una collaborazione tra i principali bloggers per l’ organizzazione di iniziative integrate tese a “democratizzare il dibattito sanitario.”

Istituzioni e bloggers uniti per rinnovare il sistema sanitario, a partire da programmi tesi a migliorare la comunicazione tra i vari stakeholder: pazienti e operatori della salute.

Davvero un bel progetto.

Che ve ne pare?

Annunci

7 risposte a “In Spagna, istituzioni e bloggers collaborano per rinnovare il sistema sanitario nazionale

  1. Muchísimas gracias.
    Un fuerte abrazo

  2. trovo che sia una cosa intelligente, ma non perchè sono un blogger ma perchè oggi internet il web è il miglior media, più della televisione e della carta stampata, permette di arrivare a un numero alto di persone velocemente e ha un costo contatto molto interessante.

  3. E’ una importante presa di consapevolezza del ruolo dei social media nella comunicazione della salute. E il bello è che non è solo un’ operazione celebrativa ma il punto di partenza per una vera e propria collaborazione, per proposte concrete.

  4. La Spagna è avanti anni luce sul Belpaese.

    Avete scritto bene : il blog è lo strumento migliore per l’analisi e la (democratica) discussione di OGNI argomento …
    Ora : facciamo una controprova e scendiamo in strada a chiedere al passante itaGliano se sa cos’è un “blog”, e cosa associa alla parola “blog” …

    E le italiche istituzioni ?
    Blandiscono l’ignoranza dell’italianetto-medio : beato e felice nella sua totale mancanza di consapevolezza.
    Felice di vivere come un animale … ancòra nel 2010 egli è come un maiale all’ingrasso (mi perdoni Tinet) anche se la pastoia è sempre più magra.

    Proprio per questo, credo abbiamo il dovere di continuare (ognuno sulla sua strada).

  5. Cercherò di vedere se trovo qualcosa del genere anche in Italia ma non credo che ci siamo ancora.
    Mi riferisco non tanto alla consapevolezza in generale del ruolo dei blog ma alla percezione che le istituzioni hanno di internet…noto che è ancora molto diffusa la logica del sito-vetrina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...